La sua storia, dal 1901 al 2009, in ricordo di Renata nasce lo Chalet Nata

Le prime fondamenta della casa risalgono alla fine dell’800, mentre l’attuale struttura è stata costruita nel 1901. La casa è stata abitata dalla famiglia Chiocchetti, in particolare dalla madre Crescenzia e dai figli Vito, Carlo ed Adolfo. Il padre Giovanni, costruì la casa insieme a suo fratello Michele, ma ammalatosi in giovane età ci visse per pochi anni. In seguito la casa fu abitata dal figlio Adolfo fino al 1963, anno della sua morte. Il resto della famiglia trasferitosi negli anni precedenti nel centro di Vigo costruì quello che è ancora l’attuale Hotel Crescenzia. Il figlio Vito crescendo si sposò ed ebbe 6 figli. La primogenita si chiamava Renata, per gli amici Nata. Gli anni passarono e la casa cadde in completo abbandono fino a diventare un rudere. Quando nel 2002 Vito mancò lasciò la casa alla figlia Renata, con la quale ero sposato. Insieme negli ultimi anni siamo riusciti a ricostruirla fino a riportarla agli antichi splendori, con la stessa fisionomia di una volta, rispettando l’aspetto originale.

Purtroppo però nell’estate del 2008, quando il nostro progetto era quasi terminato, il destino volle che Renata abbandonasse questa vita per passare alla vita eterna. E’ infatti in sua memoria che completai la costruzione della casa per poi dedicarle il suo nome, Chalet Nata.

Anton Sessa
vito-crescenzia
renata